F. William Engdahl Geopolitical Author & Lecturer Menu Russian



La Germania ridotta ad un cumulo di ceneri nucleari? Agri-business. I semi della distruzione. Dal controllo del cibo al controllo del mondo

La Germania ridotta ad un cumulo di ceneri nucleari?

test
Data di pubblicazione: 28 Settembre, 2015
Traduzione per cortesia di Vittorio Verzillo PhD

Il 21 settembre, il canale televisivo ZDF della TV nazionale tedesca ha annunciato che gli Stati Uniti stanzieranno 20 testate nucleari avanzate del tipo B 61-12 di nuova generazione nell'aereoporto militare e deposito di armi speciali tedesco di Büchel, nella Renania-Palatinato, ad un tiro di schioppo radioattivo da dove l'autore risiede. Tale schieramento di forze degli Stati Uniti non è cosa di poco conto, poiche' aumenta enormemente la probabilità di una guerra nucleare tra gli Stati Uniti e la Russia dovuta ad un errore di calcolo e rende la Repubblica tedesca un bersaglio diretto ad alta priorità, nel caso di tale possibile escalation. Ashton "Ash" (ndt, ash = cenere) Carter ed i falchi che governano il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sembrano aver perso ogni contatto con la realtà.

L'ultimo modello di ordigno nucleare USA, la B 61-12, anche se presentato dal Pentagono come una semplice versione modernizzata e di piu' lunga durata delle classiche testate nucleari strategiche USA, in funzione dal 1966, è invece, secondo Hans M. Kristensen, Direttore del Progetto di Informazione sul Nucleare della Federazione degli Scienziati Americani, "un nuovo tipo di ordigno nucleare che non è attualmente nell'arsenale nucleare, con capacità militari notevolmente migliorate. E' il risultato del più costoso progetto per una bomba nucleare di sempre, del quale molti costi restano ancora sconosciuti. "

Il Ministero degli Esteri russo ha espresso immediatamente la preoccupazione per i nuovi piani di posizionamento nucleare USA in Germania, dicendo che tale spiegamento violerebbe anche il trattato di non proliferazione nucleare del 1970, ratificato da oltre 190 Stati. Dmitry Peskov, portavoce di Vladimir Putin, ha detto ai media che la mossa nucleare degli Stati Uniti "porterebbe a distruggere l'attuale equilibrio strategico in Europa" e costringerebbe la Russia ad intraprendere azioni non ancora determinate, per ripristinare l'equilibrio strategico, al fine di garantire la sicurezza nazionale russa.

Il 1 ° luglio 2015, il Pentagono ha testato la B 61-12 nella sua area di test in Nevada. Il test e' stato nettamente criticato del Ministero della Difesa russo. Il Vice Ministro della Difesa Anatoly Antonov ha ipotizzato che la nuova arma nucleare fosse destinata all'arsenale nucleare europeo degli Stati Uniti: "L'ordigno atomico testato è un dispositivo con doppia funzione. Può essere usato sia come arma offensiva strategica, se trasportata da bombardieri pesanti, sia come arma nucleare non strategica, se usata da aerei tattici", Antonov ha dicharato.

Il Viceministro della Difesa russo ha aggiunto: "La particolarità del test condotto è stato il fatto che il cacciabombardiere F-15E è stato utilizzato come vettore per un'arma nucleare. Questo dà motivo di credere che il test sia stato fatto al fine di valutare la possibilità di utilizzare l'ordigno B 61-12 sui caccia-bombardieri della NATO di stanza in Europa. "

I piani di guerra del Pentagono contro la Russia

Un rapporto che cita fonti di alto livello del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti è apparso sulla rivista "Foreign Policy" del 18 settembre. Il rapporto rivela che il Dipartimento della Difesa sta "rivedendo ed aggiornando i piani di emergenza per un conflitto armato con la Russia." La revisione e l'aggiornamento includerebbe, secondo quanto riferito, il possibile uso da parte degli Stati Uniti delle cosiddette armi nucleari "tattiche" contro la Russia. Nella sua audizione di conferma al Senato, in luglio, il Capo di Stato Maggiore entrante, il generale "Fightin 'Joe" (ndt, "Joe il combattente") Dunford, ha dichiarato che la Russia ha rappresentato una "minaccia esistenziale" per gli Stati Uniti. Tre anni fa era la Cina. Sembra che non siano in grado di decidersi.

Ad aggiungersi alle crescenti tensioni militari tra NATO e Russia, il 20 settembre i caccia dell'Aeronautica Militare Tedesca Eurofighter Typhoon, pienamente armati, hanno iniziato a pattugliare lo spazio aereo dei tre Stati baltici. L'Ispettore Generale delle Forze Aeree tedesche, Karl Müllner, ha dichiarato che la decisione di far volare i caccia armati è stato presa per "motivare" i piloti tedeschi. Non ha elaborato pero' su quale potrebbe essere il nemico, né esattamente per cosa i suoi piloti venissero motivati. ​ I nuovi ordigni nucleari B 61-12 potrebbero anche essere montati su aerei da combattimento Tornado tedeschi. Forse questo davvero motiverebbe i piloti tedeschi.

Lo scorso giugno, il Segretario alla Difesa americano Carter si e' recato a Stoccarda, dove ha incontrato due dozzine di capi militari e ambasciatori degli Stati Uniti in Europa, presso la sede del Comando europeo. Carter ha dichiarato: "C'e' un qualcosa che ha preso una triste svolta di recente, ed è la Russia." Hmmmmm.

Terza guerra mondiale? Scusi?

Cio' che è chiaramente l'aspetto più bizzarro nel contesto di questo crescente dramma, nel momento in cui la Russia apertamente chiede a Washington di unirsi alla sua coalizione contro il terrorismo in Siria contro l'ISIS ed altri gruppi jihadisti, è un commento poco divulgato del Papa. Nel suo discorso del 19 settembre all' Aeroporto José Martí dell'Avana, Papa Francesco, il primo Papa gesuita della storia, ha fatto una singolare correzione al testo del suo discorso. Lodando i recenti passi degli Stati Uniti verso la riconciliazione con Cuba, dopo più di cinque decenni di sanzioni degli Stati Uniti, Jorge Mario Bergoglio, ha osservato che gli Stati Uniti e Cuba potrebbero essere un esempio per il mondo, "un mondo che ha bisogno di riconciliazione in questa atmosfera da terza guerra mondiale." Scusi, Sua Santità? E' risaputo che i gesuiti furono fondati come ordine militare e sono stati chiamati "soldati di Dio", ma di che cosa si tratta? Per caso sa qualcosa che noi non sappiamo?

Secondo il mio collega Pepe Escobar di "Russia Sputnik International" e "Asia Times", l'accenno alla "Terza Guerra Mondiale" non faceva parte della versione originale del discorso del Papa. Francesco lo ha aggiunto personalmente durante il suo volo da Roma a L'Avana.

Forse questo significa che, guidato dal vessillo militante del primo Papa gesuita della storia, il Vaticano ci sta portando in una terza guerra mondiale contro la Russia ed i suoi alleati, sicuramente anche la Cina? Pochissimi statisti o leader politici, che io sappia, chiedono oggi questa terza guerra mondiale. Forse tale commento vuole dirci che il millenario mandato della chiesa romana di sradicare il cristianesimo ortodosso (del quale la Russia oggi è il baluardo, insieme a Grecia, Serbia e Ucraina orientale ed altri paesi) è visto come il riconoscimento finale? Devotamente speriamo di no, e speriamo che la frase inserita sia soltanto dovuta alla stanchezza o al jet lag per il lungo volo da Roma a L'Avana.

rivista online "Nuovo Outlook orientale".
Prima apparizione: http://journal-neo.org/2015/09/28/germany-to-be-a-nuclear-ash-heap/

Back

Untitled Document